Provincia di Parma – Strinabecco

Caratteristiche tecniche
Salto utile lordo 250.3 m
Producibilità media annua 4 GWh
Potenza efficiente 1.25 MW

L’impianto idroelettrico di Strinabecco, entrato in servizio nell’anno 1919, è ubicato nel comune di Tornolo, in provincia di Parma.

L’impianto attinge l’acqua da 4 prese: la più alta a 1085 m s.l.m., detta presa di rio Raineggi, è il punto di partenza di un canale a pelo libero che convoglia le acque nel torrente Incisa, dove è posta una seconda presa a quota 1061,05 m s.l.m.; questa conduce l’acqua al pozzo piezometrico a quota 1045,8 m s.l.m..

Da un altro versante c’è la presa sul rio Cavallino, che tramite un breve canale a pelo libero convoglia le acque nel bacino di S. Maria del Taro; da qui parte poi un canale in pressione lungo 1118 m fino al pozzo piezometrico suddetto, cui segue la condotta forzata di 710,50 m. Il salto utile lordo è di 250,3 m. La centrale è equipaggiata con due gruppi aventi turbine Pelton. L’acqua turbinata viene restituita direttamente al fiume Taro.

schema_strinabecco