L’ENERGIA CHE CREA VALORE. COMUNITÀ E TERRITORI

Tirreno Power si impegna a contribuire allo sviluppo sociale ed economico delle comunità e dei territori, sostenendo sostiene l’indotto locale e la generazione di valore condiviso attraverso i propri asset e le competenze presenti in azienda.

———————————————
POLITICA DI SOSTENIBILITÀ DI TIRRENO POWER
APRILE 2019

HIGHLIGHTS

  • Altri 20 mila metri quadri restituiti alle attività produttive nel sito di Vado Ligure
  • 2 progetti di ricerca in partnership con l’Università di Genova
  • Collaborazione con Stella Polare associazione per l’inclusione e l’integrazione di bambini diversamente abili

Riqualificare il territorio

Gestire al meglio i nostri asset e le aree di proprietà è parte della cura che mettiamo nelle relazioni con i territori e con le comunità. Collaborando con imprese e privati abbiamo realizzato progetti importanti che sono stati implementati nel corso del 2019.

LA REINDUSTRIALIZZAZIONE DI VADO LIGURE

  • 300 mila mq ceduti da Tirreno Power a Vernazza Autogru che ha creato nuove opportunità di lavoro
  • 20.000 mq a Quiliano destinati a uso commerciale

IL NUOVO POLO UNIVERSITARIO DELL’UNIVERSITÀ DI GENOVA

In una vasta area dismessa da Tirreno Power sta crescendo il polo tecnologico-industriale dedicato ad attività accademiche e di ricerca, a stretto contatto con l’attività aziendale.

La reindustrializzazione del sito di Vado Ligure e la sua valenza per il territorio

MONICA GIULIANO

Sindaco di Vado Ligure dal 2014
Presidente della Provincia di Savona dal 2014 al 2018

La risposta della nostra comunità alla crisi economica culminata nel 2016, è stata la rifocalizzazione sugli asset fondamentali del territorio con l’obiettivo di rilanciare un bacino dalla storica vocazione industriale.
Sicuramente in questo scenario di rigenerazione economica, le aree più impor-tanti per potenzialità, dimensioni e facility sono state quelle messe a disposizione da Tirreno Power, proprio nel 2016, a seguito della cruciale decisione dell’Azienda di abbandonare la produzione di energia elettrica da impianti a carbone. Infatti, oltre alla realizzazione e allo sviluppo del nuovo porto commerciale, è in quest’area di ben 300.000 metri quadri che è stato possibile dare l’avvio all’insediamento di nuovi siti produttivi e la creazione di nuova occupazione.
Vado Ligure e il suo tessuto economico-sociale, proprio a partire dalla reindustrializzazione delle aree Tirreno Power con l’insediamento di Vernazza Autogru e dell’Università di Genova, stanno cambiando volto. Le nuove filiere produttive portano un chiaro impatto di sviluppo sul territorio, utilizzano le migliori tecnologie e vanno ad animare un contesto variegato di opportunità imprenditoriali, di formazione e di ricerca. Accanto ad alcune grandi industrie, che hanno sapu-to resistere ed affrontare importanti investimenti di ristrutturazione, progressivamente si affiancano anche nuove imprese, a loro volta leader in molti settori a livello nazionale e internazionale, creando una maggiore diversificazione del complesso sistema produttivo.
Istituzioni pubbliche e Società private, tra le quali Tirreno Power in prima fila, hanno guardato insieme e con determinazione verso un comune obiettivo di rilancio e, soprattutto, hanno lavorato in modo sinergico. Laddove in molte realtà italiane si è fallito, a Vado Ligure oggi si può parlare di reindustrializzazione completata e si possono vedere realizzate concretamente anche molte altre azioni: miglioramento dell’impatto ambientale, nuovi investimenti, nuovi accordi di programma con risorse pubbliche rilevanti per la messa in sicurezza del territorio e lo sviluppo di importanti opere pubbliche. E il tutto in tempi da record.
Investimenti pubblici e privati, opportunità di lavoro qualificato e, finalmente, nuove aspettative e fiducia nel futuro. Per raggiungere questi risultati sono state determinanti alcune “buone pratiche”: il dialogo costruttivo tra istituzioni e imprese, il rispetto del territorio e l’obiettivo comune di dare un nuovo futuro sostenibile caratterizzato da lavoro e benessere alla nostra comunità. In questo contesto, Tirreno Power ha svolto un ruolo propulsivo mettendo a disposizione non solo le proprie aree ma anche le competenze, l’impegno e le idee delle proprie persone. Continuando così a rappresentare un punto di riferimento per l’intero territorio.

Condividere conoscenze

L’impegno per una nuova cultura dell’energia è sempre più concreto e costante.
Insieme al mondo accademico, dell’alta formazione e ai professionisti del settore, promuoviamo il dibattito, lo studio e la ricerca sulle tematiche energetiche e, grazie alle nostre migliori professionalità, mettiamo a disposizione il nostro patrimonio di conoscenze.

DIALOGO CON LA BUSINESS COMMUNITY

Abbiamo partecipato a convegni promossi da importanti organizzazioni, quali AREL, PWC, EY, Sole 24 Ore, condividendo le nostre esperienze in vari campi (finanza, organizzazione, change management)
Energia Libera, il think-tank del settore elettrico di cui siamo tra i soci fondatori, ha realizzato con PWC una ricerca sulla transizione energetica. Lo studio ha evidenziato il fondamentale apporto degli impianti termoelettrici e ha proposto una serie di possibili misure normative necessarie per il perseguimento degli obiettivi del PNIEC

EDUCAZIONE E FORMAZIONE DEI GIOVANI

Avere conoscenze in materia di energia porterà le nuove generazioni a un uso più consapevole delle fonti energetiche. Tirreno Power apre per questo le proprie centrali agli alunni delle scuole primarie e al tempo stesso collabora con il mondo della ricerca accademica.

Formare i lavoratori del futuro

IPE – ISTITUTO PER RICERCHE E ATTIVITÀ EDUCATIVE DI NAPOLI

Lezioni agli studenti dei master specialistici su temi trasversali quali la responsabilità sociale di impresa, la rendicontazione delle azioni di sostenibilità, la gestione della crisi e le relazioni sindacali.

UNIVERSITÀ BOCCONI

“Il caso di change management e turnaround di Tirreno Power”. Lectio magistralis del Direttore Generale Fabrizio Allegra.

UNIVERSITÀ DI GENOVA

Inaugurazione del laboratorio Innovative Energy Systems Laboratory nell’area destinata al polo tecnologico-industriale.

Imparare sul campo

FABBRICHE APERTE®

Un progetto promosso dall’Unione Industriali di Savona a cui partecipiamo aprendo i nostri impianti agli studenti delle scuole medie.

LUISS BUSINESS SCHOOL

Visita guidata per gli studenti del master in “Energy Industry”, mettendo a confronto gli impianti termoelettrici e quelli rinnovabili.

LORENZO BURDO

Direttore Generale
Istituto per ricerche ed attività educative

Le competenze aziendali per l’alta formazione

La collaborazione avviata con Tirreno Power rappresenta quel ponte tra università e impresa che spesso manca nell’offerta formativa italiana: grazie al contatto diretto con le esperienze e le competenze di un’importante azienda del territorio, i nostri studenti possono arricchire il loro bagaglio di conoscenze sui temi dell’energia, della responsabilità sociale d’impresa e delle risorse umane

Impegno per il sociale

Il rapporto con i territori è fatto anche di impegno e di servizio per la comunità. Con le nostre iniziative rafforziamo tutto l’anno il diaologo con gli stakeholder e anche la nostra scelta di essere impresa socialmente responsabile.

RAFTING SUL VARA PER I MONDIALI DI KIEV
La nazionale paralimpica di rafting ha scelto le rapide del Vara per allenarsi per Mondiali di Kiev di ottobre 2019. Il fiume Vara si è dimostrato un ottimo campo di addestramento per gli atleti, che hanno il sogno di portare il rafting alle Olimpiadi. Queste iniziative sono rese possibili dal rilascio programmato di acqua dalla centrale di Tirreno Power.
RIFUGIO NATURALISTICO A GIACOPIANE
A pochi mesi dal centenario della costruzione delle dighe di Giacopiane e Pian Sapeio, in Alta Val d’Aveto, Tirreno Power dona all’associazione sportiva Amici dei Laghi di Giacopiane un terreno situato in riva lago. In quest’area sorgerà un rifugio naturalistico, costruito utilizzando le più moderne tecniche di bioarchitettura e perfettamente integrato nell’ecosistema circostante. Una struttura inserita nell’ambito del circuito dei sentieri dell’Alta Via dei Monti Liguri, che rende più fruibili i percorsi di trekking tra il mare e la montagna.
CAPOLAVORI DI IMPRESA AL MUSEO DELLA CERAMICA DI SAVONA
Anche il parco idroelettrico di Tirreno Power è stato “incorniciato” nella mostra Opere dell’ingegno, del lavoro e dell’industria che raccontano il passato e il futuro del nostro territorio, nata con l’intento di valorizzare e far conoscere le eccellenze industriali e produttive del territorio. Un percorso di visita in cui hanno dialogato opere d’arte e i capolavori di impresa realizzati dalle numerose aziende coinvolte.
TIRRENO POWER SOSTIENE STELLA POLARE ONLUS
Nel 2019 Tirreno Power ha deciso di sostenere le attività della Onlus Stella Polare, associazione di volontari impegnata in progetti di formazione e integrazione delle persone, indipendentemente dalle sue limitazioni fisiche, psichiche, economiche o sociali. Il progetto è centrato sulla riqualificazione e la messa in sicurezza dell’area giochi del parco Martiri delle Foibe di Santa Marinella (nell’area di Civitavecchia) per renderlo fruibile anche ai bambini diversamente abili.

MAURIZIO POLEGGI

Presidente
Associazione Stella Polare

Un parco giochi per una comunità aperta

La collaborazione di un’azienda del territorio con le associazioni di volontariato è uno strumento importante di coesione della società civile e per lo sviluppo sostenibile. Si tratta di risorse che permettono di realizzare progetti concreti e di amplificare la nostra capacità di sostegno: grazie a Tirreno Power abbiamo realizzato un’idea che avevamo in mente da tempo. Con l’intento di contribuire al superamento di ogni forma di emarginazione sociale e nel rispetto delle diversità, abbiamo creato uno spazio per i più piccoli, fruibile da tutti ed in particolare dedicato ai bambini della nostra associazione.

Una montagna viva attorno a Giacopiane

Grazie all’iniziativa di Tirreno Power, che ha donato un terreno sulle rive del lago, l’Associazione degli Amici di Giacopiane realizzerà un rifugio escursionistico utilizzando materiali ecocompatibili, provenienti dalle filiere locali e secondo le più moderne tecniche di risparmio energetico e di sostenibilità ambientale.
Il rifugio naturalistico diventerà un punto di riferimento per i tanti escursionisti e sportivi che frequentano il parco e permetterà la valorizzazione delle discipline sportive praticabili nella zona dei laghi di Giacopiane. La struttura potrà essere utilizzata anche come base logistica da ricercatori e studiosi delle biodiversità e della fauna selvatica presente nella zona, tra cui il nutrito branco di cavalli selvaggi che hanno fatto di questi affascinanti paesaggi la propria casa.

BARBARA POSSAGNOLO

Presidente
Associazione Amici di Giacopiane